fbpx

Speech Fashion System 2020 – 3° puntata

Fashion System 2020_ nuove misure di sostegno
Fashion System 2020: nuove misure di sostegno
9 Aprile 2020
La ricetta per ripartire_Fashion System 2020
La ricetta per ripartire: Fashion System 2020
15 Aprile 2020
Speech Fashion System 2020

Fashion System 2020: quali sono le nuove misure a sostegno delle imprese? Ce lo raccontano gli esperti.

Un anno compromesso per il Fashion System 2020 che dovrà fronteggiare anche la problematica della merce invenduta. L’unica nota positiva arriva dal web. Chi avrà adottato nuove strategie di e-commerce potrà ottenere un importante vantaggio competitivo.

Sul fronte commerciale, i player del settore dovranno proteggere il più possibile la top line e capire come posizionare la merce in economie meno impattate per poi spingere sull’online.

Ora, vi condividerò le tematiche affrontate dai protagonisti del terzo speech.

Alessandra Bonini –  Social Media e Influencer Marketing

Ormai ospite fisso dei nostri speech Alessandra sta dando il suo contributo settimanale a supporto della comunicazione e strategie online da intraprendere.

Le misure imposte per arginare il diffondersi del COVID 19 stanno cambiando profondamente le nostre abitudini.

Quando saremo nuovamente liberi di lasciare le nostre abitazioni guanti, mascherine e distanze di sicurezza continueranno a far parte della nostra routine.

Se guardiamo ai paesi che sono già usciti dalla quarantena possiamo fare alcune osservazioni interessanti.

Quali strategie possono attuare le imprese: come vendere e cosa vendere online?

Fashion System 2020 - 3 speech

Non solo i negozi digitali continuano ad essere preferiti a quelli reali ma sia il mondo della moda che quello del beauty si sono organizzati per adeguare i prodotti proposti alle nuove esigenze.

In Sud Corea spopolano i cappellini con visiera protettiva integrata. In Cina vengono proposte mascherine con labbra e sorrisi stilizzati.

I brand del make-up propongono meno rossetti e più prodotti per la cura della pelle, che sotto la mascherina “respira” diversamente.

Ma come può il piccolo negoziante sopravvivere in questa giungla digitale?

Aprire un negozio online oggigiorno non è un’impresa impossibile, al contrario, Shopify consente a chiunque di costruire un sito web adatto alla vendita online in meno di 24 ore…quasi gratis!

Infatti, vista l’emergenza sanitaria ed economica la piattaforma offre un periodo di prova gratuito di 90 giorni.

Come far sapere ai propri clienti che si è aperto un negozio online?

Beh, si possono utilizzare metodi tradizionali come le e-mail o i messaggi.

Come sempre i social offrono una vetrina virtuale gratuita ed interattiva che, se utilizzata al meglio, può davvero dare risultati soddisfacenti.

Anche il piccolo negoziante può essere brand ambassador di sé stesso.

LinkedIn

David Lafitte Pagano – Haute Couture Jewelry Designer

David tu sei un designer Haute Couture Jewelry ti sei reinventato in questa nuovo scenario, trasferendo la tua attività professionale in un contesto di home work.

Hai dato vita ad un nuovo spazio dove hai la possibilità di lavorare alle tue creazioni.

Tu cosa pensi ne pensi della situazione attuale e secondo te, quale potrà essere il punto di forza per il Fashion System per ripartire dopo l’emergenza dovuta a covid-19? 

Verso la fine di febbraio e agli inizi del ‘’terremoto Covid19’’ durante la MFW Confartigianato ha portato ai saloni del White e TheOne decine di imprenditori italiani della moda a esporre le loro creazioni.

Fashion System 2020 - 3 speech

È stato un successo per gli artigiani del fashion Made in Italy malgrado le prime avvisaglie dell’emergenza Coronavirus.

Successo anche per quello che riguarda i buyer italiani ed esteri che hanno comprato piccole e medie aziende di qualità rispetto al 2019.

La tendenza era proprio quella di seguire un filone dell’artigianato di qualità formato da i grandi mestieri della moda.

Nella categoria ritroviamo: il sarto la sarta, la tessitrice a telaio, il calzolaio, la ricamatrice, il pellettiere, il confezionista di borse, il pellicciaio, la magliaia, l’orafo.

Capacità manuali e innovazione sono le parole chiave per una rinascita del Made in Italy

Voglio far notare che artigiano o artigianato, non significa una parola vecchia che rispecchia qualcosa legato al passato, ma fa riferimento al valore e al saper fare di chi li ha realizzati.

L’arte e l’attenzione ai dettagli è il must per avere una grande flessibilità operativa. 

Il Made in Italy conosciuto in tutto il mondo non si è evoluto nei decenni ma nei secoli nelle botteghe artigiane. 

Tutta questa RICCHEZZA non deve andar perduta ma valorizzata come punto di forza per il futuro.

Instagram

Selvaggia Capizzi – Owner & Fonder D.C.M.F.B. & Co – Founder  The Fashionmob

Come hai iniziato la tua carriera digitale? Potresti dare dei suggerimenti a chi vorrebbe intraprendere il tuo percorso lavorativo?

Top Manager in grandi multinazionali nel settore farma, specializzata in marketing e vendite e sono diventata fashion blogger per hobby nel lontano 2008 quindi molto prima dell’avvento di Ferragni & Co.

Eravamo davvero pochissime blogger e i brand hanno subito capito la nostra potenzialità e hanno iniziato a collaborare con noi per pubblicizzare i loro prodotti.

Sono due i motivi che hanno decretato il successo dei digital creators; il primo è che costiamo molto di meno dei media classici come giornali e TV. 

Fashion System 2020 - 3 speech

E se è vero che raggiungiamo meno persone è altrettanto vero che i nostri lettori hanno un altro grado di loyalty.

Ci seguono davvero e questo è il secondo motivo per cui l’influencer marketing funziona.

Il mio blog è andato subito molto bene e a 46 anni, stanca di cercare un equilibrio tra la sua famiglia e un lavoro ho deciso di lasciare una carriera arrivata all’apice e di cambiare vita.

Oggi sono un’imprenditrice del digital marketing strategy e della moda a tempo pieno

Oggi il mondo dei digital creators è sovraffollato e quindi per avere successo è necessario differenziarsi, ovvero conquistarsi una nicchia. 

Personalmente mi occupo del settore moda dove propongo look che sdoganano la donna di 40 anni dalle convenzioni che la vogliono vestita in modo classico.

Io ho uno stile tra l’hippie e il rock e sicuramente non passo inosservata. 

Se volete entrare a far parte di questo mondo dovete trovare qualcosa che vi distingua dalla massa e che sa interessante per una fascia particolare di pubblico.

E’ quello il principale segreto di successo.

Sito Web

Irene Di Liberto – Pubblicista, scrittrice & Content creator

In che modo la comunicazione si può veicolare attraverso i canali social?

I canali social stanno giocando un ruolo fondamentale per il Fashion System 2020. Non che prima non lo avessero , ma in questo periodo sia i quotidiani online sia le grandi aziende stanno puntando solo ed esclusivamente al social.

Mai come oggi è necessario seminare bene, farsi conoscere, pubblicizzarsi, arrivare a più gente possibile, per allargare la propria clientela e i propri incassi domani. 

La moda è il secondo settore dopo l’alimentare in Italia e mi dispiace che il Governo, nel susseguirsi di decreti,  lo abbia escluso da vari contributi, anzi lo ha quasi dimenticato.

Il settore della moda oggi in Italia, come sta reagendo? 

Fashion System 2020 - 3 speech

I grandi del Settore, quali Valle Verde, Versace, Prada, Moschino hanno contribuito,  in uno spirito di solidarietà, che da sempre contraddistingue l’Italia e gli italiani con grandi donazioni. 

Fammi essere anche un po’ campanilista, Prada, nonostante la chiusura di tutti gli stabilimenti, ha lasciato aperta un’unica fabbrica, quella di Montone in Umbria, riconvertendo la produzione in mascherine da donare.

Il grande cuore dell’Italia in ogni triste occasione si sente battere: dal singolo che dona 2 euro a chi può donare 5 milioni di euro. 

Io personalmente ho adottato un mio metodo di ringraziamento. Nella mia agendina 2020 ho una lista di aziende che ha contribuito al bene dell’Italia. Perché chi provvede alle mascherine, accollandosene il costo,  fa anche il mio bene. 

Instagram

Martina Melchiorri – Comunicazione & Fashion Blogger

Stai ultimando i tuoi studi in comunicazione, ma sei sempre stata appassionata di moda. Com’ è esploso questo connubio?

La moda e la comunicazione sono da sempre le mie più grandi passione. Era inevitabile non incanalare i mie studi ed una mia futura professione in questo ambito.

Ho sempre sognato di poter scrivere e parlare di moda. Durante un evento milanese ho avuto il piacere di conoscere Raffaella Manetta.

Grazie alla sua fiducia ho iniziato a scrivere degli articoli di moda sul mio blog, Fashion Dreams, che poi veicolo sui miei canali social. 

Fashion System 2020 - 3 speech

In un momento così difficile, trascorrendo molte ore in casa mi sto dedicando allo studio e ai corsi di aggiornamento.

Profili Social, com’è cambiata la tua comunicazione online?

La mia comunicazione è cambiata da quella precedente. Ora mi concentro su come comunicare con i miei utenti attraverso storytelling e video tutorial. 

Mi piacerebbe riuscire ad avere un riscontro positivo ed essere una fonte d’ispirazione per tante ragazze/i comuni come me. 

Sento di essere cresciuta molto, con determinazione e un po’ di coraggio se vuoi puoi raggiungere i tuoi obbiettivi e trovare la tua strada, forse quella che spesso vedevi troppo lontana, ed ora è un po’ più vicina. 

Appena terminerò gli studi mi piacerebbe ovviamente trovare un lavoro, ma nel mentre ci tengo ad approfondire i miei studi con un Master in fashion Luxury  Communication. 

Sito web

Roberto Mercuri – Co – Founder & Strategy Planner Fashion Luxury

Personalità eclettica, solare e positiva. In che modo la tua personalità influisce sul tuo lavoro?

Prima di tutto vorrei ringraziarti anche da parte di Massimo Ercolani (titolare e webmaster senior di fashionluxury.info), per averci coinvolto come progetto fashionluxury.info. 

Professionalmente non vengo dal settore fashion e non ho avuto le ripercussioni economiche che purtroppo hanno avuto le maestranze del settore.

Per passione ho ideato insieme a Massimo il mio primo progetto dedicato al fashion system.

Fashionluxury.info propone news su moda, cultura, lusso ed altre tematiche. Il sito è rivolto agli utenti della Rete nel mondo. La voglia di condividere l’arte del Made in Italy rientra nella maggior parte degli articoli che dedichiamo su Fashion Luxury.

Fashion System 2020 - 3 speech

Parlami del tuo nuovo progetto legato a Fashion Luxury

E’ in costruzione il social network www.socialfli.it.  Moda, Lifestyle, new trend e molto altro ancora per collegare appassionati del mondo della moda e i professionisti che ne fanno parte.

Questo progetto è stato pensato per essere un canalizzatore di idee, di immagini, di storie, di nuovi traguardi ma soprattutto per creare un nuovo network dedicato al fashion system.

Confido che il progetto venga terminato nei prossimi mesi, ma non vi preoccupate perché sarete tutti informati! 

Sito Web

Ringrazio tutti voi per aver seguito il nostro speech, spero che le tematiche affrontate siano state pertinenti alle vostre aspettative e per ulteriori curiosità vi invito a contattare direttamente i relatori. 

10 Comments

  1. Selvaggia Capizzi ha detto:

    Ciao Raffaella, innanzitutto bravissima, sei un host davvero professionale oltre che bella, ti ringrazio ancora per lo spazio che mi hai dato e trovo che questo format sia davvero utile per far ripartire l’imprenditoria il più velocemente possibile!

  2. Fra ha detto:

    Sono misure che dobbiamo conoscere
    Sono alla base della ripresa

  3. Cristina ha detto:

    La rinascita del settore moda dopo questa crisi è una grandissima sfida. Certamente privilegiare il made in Italy d aparte nostra è la prima cosa da tenere a mente. Io sono sicura che i nostri distretti produttivi si attiveranno nel migliore dei modi e reagiranno bene!

  4. mary pacileo ha detto:

    sarebbe una bella idea, se tutti aprissero uno shopping online, meno perdite e utile anche a noi

  5. La lettura mi ha fatto riflettere molto sul comparto moda che, come molti altri settori, ha subito un danno importante a causa della pandemia. Tuttavia credo anch’io che al momento l’e-commerce possa essere il veicolo giusto per dare una spinta a questo settore. Un ruolo in tal senso giocano anche i Blog o siti di moda e la loro capacità di suscitare attenzione e curiosità mantenendole sempre vive.
    Maria Domenica

  6. sissi ha detto:

    Penso che in questo momento investire negli ecommerce sia vitale per i negozi fisici.

  7. Michy Px ha detto:

    Credo che la strategia di vendita online sia l’unica che è riuscita a sopravvivere in questi giorni…personalmente io mi sono sempre trovata bene ad acquistare online e credo che è una strategia che converrebbe anche alle piccole aziende

  8. Manuela Iannacci ha detto:

    Penso che in questo momento tutte le aziende devono reagire e agire come possono possiamo solo sostenerle.

  9. Kiki Tales ha detto:

    Concordo con Selvaggia, bisogna imparare a distinguersi… e sarà ancora più necessario post covid. Anche con idee innovative per mascherine, ad esempio le ho viste in versione sposa! 🙂

  10. Ilmondodichri ha detto:

    Ma che belle qst interviste 😍 complimenti davvero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *