fbpx
The Fashion Colors
Image default
FASHION

Le vetrine Digitali di Louis Vuitton

“Cartoline futuriste”. È con queste parole che Nicolas Ghesquière definisce le nuove vetrine digitali allestite presso dodici store di Louis Vuitton a livello internazionale.

La realtà aumentata diventa fashion. I negozi di Milano, Parigi, Londra, New York, Los Angeles, Hong Kong, Pechino, Shanghai e Tokyo sono infatti dotati dal 23 febbraio di installazioni digitali concepite dallo scenografo Es Devlin, sotto la direzione artistica di Nicolas Ghesquière, stilista della collezione prêt-à-porter donna della griffe.

Pensate come vetrine “spazio temporali”, le installazioni di Louis Vuitton vogliono rappresentare una possibile città del futuro.

Louis Vuitton vetrine digitali

Le vetrine propongono dei video dell’artista americano Mike “Beeple” Winkelmann, che ha progettato delle stampe esclusive per la sfilata primavera/estate 2019.

Le vetrine Digitali di Louis Vuitton - The Fashion Colors

Ma anche dei manichini in movimento, che compiono un vero e proprio viaggio di 24 ore sotto gli occhi degli spettatori più pazienti.

“Nell’era dell’Antropocene, dobbiamo più che mai proiettarci nel futuro e accrescere la nostra empatia nei confronti dei cittadini di domani, un’entità oggi ancora astratta. Tutte le nostre decisioni, infatti, avranno un impatto sulle strade che erediteranno e sull’aria che respireranno. Da quando il network di vetrine Louis Vuitton sarà percepito come una passerella spazio temporale, comincerà questo processo di cambiamento della prospettiva”, ha spiegato Es Devlin.

Nuovi orizzonti digitali per il mondo Fashion che diventa sempre più all’avanguardia seguendo i canoni della realtà aumentata, migliorando la user experience dei fashion victim…e voi cosa ne pensate di queste nuove frontiere digital nel mondo del Fashion System?

Related posts

White Milano Fashion Show

Raffaella Manetta

Milano Fashion Week: diversity e inclusion

Raffaella Manetta

Milano Fashion Day 5°edizione

Raffaella Manetta

8 commenti

Francesca Maria Battilana 4 Aprile 2019 at 14:21

Direi che sono il futuro, quindi scelte azzeccate!

Rispondi
Marlene 4 Aprile 2019 at 15:12

Trovo che l’idea della vetrina come installazione sia una fantastica innovazione. Lo scopo è quello di attrarre l’occhio, e convincere il passante, anche quello più distratto, a dare un’occhiata. E se quello che viene proposto in vetrina invece che statico, diventa dinamico, permette anche di avere più possibilità di convertire lo sguardo in acquisto.

Rispondi
M.Claudia 4 Aprile 2019 at 16:07

Queste vetrine di Luis Vuitton sono meravigliose. Peccato che abito troppo lontano da una qualsiasi delle città sopracitate per poterle vedere da vicino.

Rispondi
Federica Califano 4 Aprile 2019 at 16:24

Adoro Louis Vuitton, le sue vetrine mi hanno sempre lasciato incantata, come una bimba davanti ad una vetrina di dolciumi. Queste nuove vetrine mi piacciono molto!

Rispondi
fra 4 Aprile 2019 at 16:34

queste vetrine sono a dir poco stupende LV è sempre in grado di affascinare e far sognare

Rispondi
Lucia di Tommaso 4 Aprile 2019 at 18:16

In questi ultimi anni anche la moda ha fatto passi da gigante relazionandosi con le nuove tecnologie
Credo proprio che migliori molto l’esperienza con la moda

Rispondi
ilmondodichri 5 Aprile 2019 at 9:01

wooow ma che bellezza, ormai la tecnologia ci circonda in tutto

Rispondi
Martina Corradetti 6 Aprile 2019 at 8:48

manichini che si muovono? Mh non so se mi piacerà onestamente, il manichino è fatto per rimanere fermo, per dare vita agli abiti servono le persone

Rispondi

Lascia un commento