L’ARTE SI TRASFORMA IN FASHION BY MONCLER

THE NEW LONDON ECO-FASHION WEEK 2018
21 febbraio 2018
BINF FASHION SHOW 11 EDITION: FIVE ITALIAN DESIGNER
1 marzo 2018

L’espressione artistica rappresenta al meglio la nuova linea di piumini by Moncler dove ritroviamo tutto il loro estro e la ricercatezza nei dettagli. In occasione della Milano FashionWeek il brand è riuscito a conquistare il consenso di tutti i fashionisti con la nuova rivisitazione dei piumini.

Otto stilisti hanno reso possibile la realizzazione della nuova linea di piumini by Moncler. Per presentare il progetto “Moncler Genius”, la griffe ha installato una specie di parco giochi all’interno del Palazzo delle Stelline, che precedentemente ospitava uno dei padiglioni della Fiera di Milano.

Attraverso queste otto collaborazioni, l’universo del marchio si è decisamente ampliato. Ogni stilista offre la propria interpretazione: c’è chi é stato più concettuale, altri sono stati più tecnici, altri ancora si sono concentrati sul design. Simona Rocha, unica donna di questo “dream team”, come lo chiama Moncler, ha fatto sfilare, in una cornice di montagne bianche fatte di carta stropicciata, alcune donne di un’altra epoca. Una sorta di principesse giapponesi vestite con lunghi abiti di tulle dorati di giacche-piumini decorate con perle. Le maniglie delle loro borse strette in vita o tenute in diagonale, come tante cartucciere, hanno aggiunto un tocco marziale a questo guardaroba metà barocco e metà gotico. L’interpretazione della stilista si rivolge ad una donna moderna, femminile e pratica.

I Giapponesi del gruppo hanno proposto visioni molto radicali. Una serie di capi neri, con il piumino confezionato in tutte le forme possibili dal trapuntato a quello intrecciato, in abiti svasati per Kei Ninomiya, di Noir Kei Ninomiya e in pullover di mohair, camicie a quadri e giubbotti di piuma presentati su manichini di legno in una specie di serra vetrata affacciata su un giardino alberato per Hiroshi Fujiwara, di Fragment.

La linea principale di Moncler è stata reinterpretata da Karl Templer con diverse nuance colorate. Il londinese Craig Green propone delle collezioni futuriste con le proporzioni del bibendum in bianco o nero, mentre Francesco Ragazzi, fondatore dell’etichetta Palm Angels e che per lungo tempo è stato direttore artistico del brand, ha fatto da antipasto con due stand vetrati e luminosi all’ingresso di Palazzo delle Scintille, dove erano distribuite delle t-shirt.

15 Comments

  1. maryd ha detto:

    Ciao! Onestamente non mi piace molto questa rivisitazione del Moncler anche se dalle foto noto un estro creativo davvero notevole.
    Maryd

  2. Meggy Fri ha detto:

    E’ forse tra quelle che più mi hanno colpito..mi ha incuriosito vedere le immagini e penso che dal vivo sia stato uno spettcolo meraviglioso

  3. marina ha detto:

    amavo moncler da adolescente, ma ultimamente non approvo più le sue scelte di stile e dopo quest’ultima sfilata mi ha totalmente deluso… non mi sono piaciuti per niente le idee e modelli presentati…Naturalmente è un mio semplice gusto

  4. Questa collezione di Moncler mi é piaciuta molto. Soprattutto la linea dei piumini.
    Baci

  5. Rita Amico ha detto:

    Una collezione fuori dagli schemi, senza dubbio. Non tra le mie preferite della MFW, ma sicuramente quella più d’effetto.

  6. Make up addicted ha detto:

    Atmosfera molto particolare

  7. Frederick Zelda Fitzgerald ha detto:

    Oddio è sempre una novità i modelli Moncler , questi ancor di più.

  8. Tiziana B. ha detto:

    con questa collezione Moncler si è rinnovata stravolgendo il classico piumino, un progetto d’avanguardia.

  9. Valentina ha detto:

    Sinceramente non mi fa impazzire come collezione…

  10. enza ha detto:

    il marchio Moncler è da sempre una garanzia!

  11. Grazia ha detto:

    Una linea davvero molto innovativa, ma sarà comoda e pratica?

  12. Vero ha detto:

    Lo scenerio che fa da sfondo è uno spettacolo e come restare indifferenti di fronte alle performance? Questa si che è creatività!

  13. Greta ha detto:

    Perdonami non mi piacciono per niente gli ultimi modelli….. io sono più per la linea classica.

  14. Camilla ha detto:

    L’idea è molto interessante, le varie re-interpretazioni sono molto sceniche, ma credo poco portabili!

    XOXO

    Cami

    Paillettes&Champagne

  15. Alessia Vanni ha detto:

    a me ha fatto impazzire!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *